Identità e categorizzazioni

Nuove identità e categorizzazioni

Identità e categorizzazioni

N.Y il cuore delle Identità e delle categoeizzazioni

I concetti di Identità e categorizzazione non sono in crisi, sono cambiati e Il sistema sociale contemporaneo non li riconosce, creando dei seri problemi alla convivenza pacifica delle diversità e delle novità. Il femminicidio di cui tanto si parla impone un cambio di paradigma, di dominio -come direbbe Richard Sennett-. Oggi viviamo il nuovo Illuminismo, con al centro la donna e l’uomo con tutte le loro bellissime sfumature. La cultura di appartenenza serve certo a riconoscerci, ma non per esercitare una forza repressiva sul nuovo, sul diverso, su ciò che non conosciamo. La globalizzazione, il senso civico, gli studi sociali, hanno dato man forte al rispetto della persona oltre che al sapiente riconoscimento dei gruppi. Ci sono individui che consapevoli della propria identità, vogliono affermarla e non sono più disposti ad accettare le categorizzazioni e il pregiudizio culturale. I momenti di crisi come questo, servono al cambiamento, ma come sempre c’è chi non è disposto a perdere il potere e di contro molte vittime sociali affollano i notiziari. Ognuno vuole gridare con orgoglio di essere Maria, John, Alì, Anita così come sono e non più in maniera convenzionale. Il machismo imperante è finito, la storia che una donna 2013 anni fa è rimasta incinta senza contatto fisico non regge più, l’omosessualità come lieve difetto fisico è ormai datata.  La verità è che il mondo sta cambiando, le donne hanno finalmente la forza di mettere fuori casa i mariti delinquenti, gli studenti esigono i propri diritti e al di là delle religioni, del genere sessuale, tutti vogliono vivere la propria vita. La politica italiana non ha la forza di imporre i cambiamenti, è più concentrata a non deludere i propri elettori, invece di fare l’interesse dell’intera società, non riesce a guardare al domani. Il futuro è fatto di novità, si parla di info-sfera, di psico-tecnologia, copyleft, di intelligenza collettiva, di onesta intellettuale, smettiamola dunque di riflettere del bianco, del nero,  del maschio, della femmina, di accanimento terapeutico, di donazione degli organi….non siamo più nel medioevo ma nel nuovo Illuminismo…..io ci sto…tu?